Impresa etica? Capitalismo e produzione di valori sociali
Anne Salmon

 

L’etica è divenuta oggi una vera e propria sfida per le imprese. Tuttavia se l’etica d’impresa si limitasse a riguardare una astratta questione manageriale rischierebbe di apparire del tutto inutile ai lavoratori. È l’etica condannata a questa sterile prospettiva? Questo volume si propone, in un approccio sia teorico che empirico, di studiare il tema dell’etica economica, fenomeno che pone sia la questione fondamentale della produzione di valori sociali a partire dal sistema capitalista, sia quella non meno importante di un’adesione o di una resistenza ai valori esclusivamente strumentali. Bisogna, infatti, rendersi conto che l’etica è largamente dipendente dalle condizioni sociali e in particolare dalla partecipazione dei lavoratori. In questo senso l’etica è desiderabile fino a quando è testimonianza di un’esistenza morale comune ed espressione della vitalità di una comunità. Così, a meno di non distruggere continuamente le comunità di lavoro, e a meno di non sostituire le regole morali con delle anguste regole tecniche, le regole d’azione capitalistiche non potranno mai imporsi in maniera legittima senza tener conto di una loro controparte essenziale: la collettività. Questo libro si rivolge ad un pubblico universitario e non, filosofi, sociologi del lavoro e delle organizzazioni, responsabili delle risorse umane ma anche a lavoratori, manager e dirigenti di impresa, sindacalisti ed a tutti gli attori della società civile coinvolti in questo dibattito.

2007 Poiesis & Praxis n. 9, Sapere 2000 - Roma