78-79
Politiche del lavoro e nuove forme di precarizzazione lavorativa
Roberto Rizza

 

Ci troviamo di fronte ad un vero e proprio passaggio di società. Due grandi fenomeni sociali che segnano profondamente la società contemporanea ne indicano la consistenza e l'estensione. Da un lato, la crisi dei sistemi di Welfare, e la necessità di ripensare, anche radicalmente, i modelli e le politiche attraverso cui si cerca di realizzare obiettivi di riequilibrio e di giustizia sociale; dall'altro, la disoccupazione come fenomeno di massa che pare scindere irrimediabilmente produzione di ricchezza e diffusione del benessere sociale.
Ambedue questi fenomeni rimandano, più o meno direttamente, ad un terzo fattore, che ne costituisce la cornice, il terreno dal quale questi sono sorti e si sono estesi, vale a dire l'uscita dalla cosiddetta "società salariale". La de-standardizzazione dell'istituzione-lavoro vale a dire la lenta, graduale, contraddittoria, ma crescente erosione del modello produttivo fondato sul rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato, la sua perdita di egemonia culturale, e l'imporsi di una pluralità di condizioni lavorative, comunque orientate all'individualizzazione ed alla flessibilizzazione, sia sul piano delle forme, sia su quello dei contenuti, della condizione lavorativa stessa, si trova infatti alla base di quei fenomeni appena descritti.
Se queste trasformazioni, quindi, sembrano, da un lato, dischiudere nuove opportunità per i lavoratori, delineando le condizioni di un accrescimento della sovranità del lavoro su se stesso, dall'altro sembrano anche creare i presupposti di una graduale coincidenza tra flessibilizzazione, precarizzazione e destabilizzazione della condizione lavorativa e flessibilizzazione, precarizzazione e destabilizzazione dell'intero ciclo di vita. Su tali tematiche il volume cerca di delineare un discorso sia teorico-interpretativo sia di prime risultanze di ricerca empirica.

Maurizio Ambrosini, Fabio Berti, Ernesto Cano, Federico Chicchi, Paola Clarizia, Anna Cortese, Claudia Dall'Agata, Nicola De Luigi, Roberto De Vita, Diletta D'Imperio, Patrizia Grazioli, Michele La Rosa, Andrea Lassandari, Adriana Luciano, Alessandro Martelli, Paolo Minguzzi, Antonella Spanò, Paolo Zurla

2000 Franco Angeli - Milano

Scarica l'indice del numero della rivista in formato PDF